I contratti collettivi nazionali di lavoro di obbligatorietà generale devono prevalere sulle disposizioni cantonali



Secondo la Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S) i contratti collettivi nazionali di lavoro di obbligatorietà generale devono prevalere sulle disposizioni cantonali. La (CET-S) ha discusso, infatti, la mozione 18.3934 del consigliere agli Stati Isidor Baumann «Contratti collettivi nazionali di lavoro di obbligatorietà generale. Rafforzare il partenariato sociale». Ha anzitutto sentito una rappresentanza della Conferenza dei direttori cantonali dell’economia pubblica, di GastroSuisse e dell’Unione sindacale svizzera, decidendo poi, con 9 voti contro 3 e 1 astensione, di raccomandare alla Camera di accogliere la mozione. I sostenitori paventano la situazione eterogenea che verrebbe a crearsi se numerosi Cantoni inserissero nel loro diritto salari minimi diversi che prevalgono sui contratti collettivi di lavoro (CCL).
Un'ampia alleanza di 28 associazioni economiche e professionali ha accolto con favore questa decisione, ceh sarà ora sottoposto al Consiglio degli Stati.

Scarica il comunicato di GastroSuisse

  
Posti vacanti
Videosorveglianza
Bancadati
SSSAT
Legge prostituzione
Too Good To Go
Mangiami APP
Acqua Ticino a Tavola per i soci
Crostacei
IVA: modifiche 2018
Concorso per i migliori maestri di tirocinio
Salari minimi
Nuovo Marchio Ticino
Nuovi presidenti Sezioni
Finti malesseri al ristorante
Assemblea cantonale
Lavoro nero
Truffe
Prezzi Equi
Posti vacanti 2020
Contratti collettivi nazionali
 
 
 
 
GastroTicino
via Gemmo 11
6900 Lugano
T 0041 91 961 83 11
F 0041 91 961 83 25
info@gastroticino.ch
lunedì-venerdì
08.00-12.00 / 13.00-15.00
GastroTicino 2014
Legal Disclaimer - Credits