Coronavirus:
GastroTicino - Comunicati stampa, risoluzioni, lettere ai soci e alle autorità, risposte del Governo

ARCHIVIO
Documenti pubblicati per conoscenza

> Raccolta dati e opinioni
Sul tema della raccolta dati vedi anche il GastroDiritto 991 e l'intervista al presidente Massimo Suter sul CdT
Leggi l'intervista

GastroTicino accoglie con sollievo la decisione di riaprire i ristoranti e i bar

“Una decisione che pone fine all’incertezza che stava logorando il settore della ristorazione. È quindi con sollievo che abbiamo ascoltato le parole della presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e del Consigliere federale Alain Berset che pochi minuti fa ha informato i media che il nostro settore potrà riaprire l’11 maggio”. Una reazione di comprensibile soddisfazione, cauta e concreta, quella del presidente Massimo Suter che a caldo ringrazia tutti i soci per aver rispettato con senso di responsabilità le decisioni delle autorità, affrontando un periodo tra i più bui dalla fondazione di GastroTicino, ben 117 anni fa.
> Comunicato stampa su apertura dei ristoranti l'11 maggio

Le regole dell'apertura
L'11 maggio, gli esercizi della ristorazione potranno riaprire i battenti, ma nel rispetto di severe condizioni. In una prima fase sono ammessi a un tavolo al massimo quattro persone o due genitori accompagnati dai propri figli. Tutti gli ospiti devono essere seduti e tra i diversi gruppi deve essere mantenuta una distanza di due metri o apposti elementi di separazione. Il Consiglio federale deciderà sugli ulteriori allentamenti nella seduta del 27 maggio prossimo. Il graduale allentamento è accompagnato da piani di protezione ed è stato discusso con i rappresentanti del settore.
> 20200429 - Berna su scuole, ristoranti, sport e grandi eventi 

_________________________________________________

Imminenti le regole per la riapertura. Seguiteci su questo sito!
Domani mattina, martedì 5 maggio, al più tardi nel pomeriggio, sarà pronto il documento con tutte le direttive a livello federale ( le specifiche del Canton Ticino spero seguiranno a ruota!) per poter aprire in tutta sicurezza i nostri locali. Saranno anche fatti dei webinar da GastroSuisse per tutti gli associati il mercoledì. Stay tuned su www.gastroticino.ch
Nell’attesa vi lascio alcuni consigli utili.
Aspettate con l'investimento in costose pareti protettive e non comprate molti articoli per l'igiene (maschere protettive). Dovete prima avere in mano il concetto di igiene valido.
Quando avrete ricevuto il concetto martedì 5 maggio 2020 (probabilmente in forma cartacea da GastroSuisse e anche per e-mail), leggetelo attentamente. Leggetelo una seconda volta e condividetelo con i vostri quadri.
In seguito valutate attentamente a quando e soprattutto come riaprirete la vostra attività. Ogni attività di ristorazione è diversa e ogni azienda ha bisogno di una soluzione individuale. Ciò che è giusto per i vostri colleghi potrebbe non esserlo per voi e vi potrebbe portare alla rovina.
Comunicate la decisione ed il vostro concetto ai vostri dipendenti e portatela a termine, anche in caso di difficoltà.
Ma pensate anche a voi stessi e ai vostri cari!
Purtroppo sul tema del "lavoro a orario ridotto" (ILR) dopo l'11 maggio, la situazione è cristallizzata su di un NON diritto all’indennità qualora si decidesse di non aprire!!!
Situazione e decisione assolutamente deplorevole e inaccettabile!!! Ci stiamo adoperando presso le autorità federali affinché questa assurdità venga corretta! Vi sono realtà che al momento sono oggettivamente impossibilitate ad aprire (contingenza-problemi strutturali-carenza di misure di sicurezza ecc.) e se non dovessero più ricevere le indennità sarebbero condannate al fallimento...è questo che volete a Berna?!?!
Non abbiamo ancora ricevuto una lettera ufficiale. Ancora una volta diverse versioni stanno "infestando" la rete - in modo che nessuno sappia più cosa sia o non sia valido!
Vi rinnovo l’invito a consultare il nostro sito www.gastroticino.ch
Massimo Suter, presidente GastroTicino

_________________________________________________


#fierodivoi! Non arrendetevi!
Forte messaggio di vicinanza ai soci da parte del presidente Massimo Suter  

#assiemecelafaremo. #ilticinononsiferma. Sono messaggi di speranza di fronte a quella che possiamo definire una “catastrofe” umana, sociale ed economica. Sì, cari soci, dopo il Coronavirus saremo diversi, poche cose rimarranno come prima. Dovremo scavare in fondo a noi stessi per trovare tutte le energie necessarie a rinascere. Rinascere. Certo, perché, come avevo sottolineato sulle pagine Facebook, questa situazione surreale di completa, ma assolutamente condivisibile chiusura dei nostri locali, mette in seria difficoltà molti di noi, che rischiano di veder spegnersi il sogno di una vita, di vedersi tolta l’unica certezza economica e fonte di guadagno! Per queste donne e uomini della ristorazione, per voi cari imprenditori, provo un sentimento forte e profondo che vorrei condividere e farlo diventare ancora una volta veicolo della mia vicinanza: sono #fierodivoi, sono #fierodiessereilvostropresidente. Abnegazione, sacrifici, senso di appartenenza, solidarietà, comunità, voglia di lottare, determinazione, professionalità, competenza, attaccamento al proprio paese e alle proprie tradizioni, sono parole e concetti che compongono il vostro DNA e non sterili luoghi comuni. 
> Leggi tutto il messaggio

_________________________________________________


> 20200325 - Lettera risposta CdS a richieste GastroTicino
> 20200401 - Comunicato stampa: sperare nel bel tempo non basta!

> 9 marzo - Lettera ai Comuni
> 11 marzo - Non esclusa chiusura del settore
> 13 marzo - Il settore dovrebbe chiudere? 
> 14 marzo - Chiusi gli esercizi pubblici della ristorazione 

Sperare nel bel tempo dopo la tempesta può non bastare…
Ci avviamo lentamente al termine della terza settimana di chiusura forzata delle nostre attività per fronteggiare l’emergenza Covid-19, durante la quale il nostro Governo cantonale ha agito in modo tempestivo, prendendo decisioni difficili e impopolari, e di questo gliene siamo grati. Tre settimane nelle quali la nostra quotidianità è stata stravolta e i dubbi sul futuro personale e imprenditoriale superano di gran lunga le certezze. A fronte delle misure prese a tutela degli impiegati del settore, è altresì urgente trovare delle misure altrettanto urgenti e mirate per i datori di lavoro e le loro aziende, altrimenti vi è il rischio concreto che il salvagente si trasformi ben presto in una zavorra! Ci ritroveremmo con i lavoratori salvati dal lavoro ridotto ma con i “padroni” strangolati, soffocati e sul lastrico al momento di dover ripartire.
> Massimo Suter: sperare nel bel tempo non basta! 


_________________________________________________


GastroTicino condivide le misure governative e intensifica l’attività a favore degli associati
GastroTicino prende atto e condivide in pieno spirito solidale, la decisione odierna del Consiglio di Stato, di voler chiudere dalla mezzanotte di sabato 14 marzo tutti i ristoranti e bar del Cantone. “Come tutta la popolazione e il mondo politico e turistico - sottolinea il presidente Massimo Suter - siamo molto preoccupati dall’evolversi della situazione sanitaria in Ticino, ma allo stesso tempo fiduciosi che tutti assieme, agendo in modo coscienzioso e responsabile, potremo avere un forte impatto nel combattere la diffusione del virus. Ci siamo subito resi conto della gravità della situazione e siamo pronti, come categoria e mondo economico-turistico, a fare i sacrifici necessari, mettendo in atto le misure restrittive adottate, sicuramente incisive ma ponderate, per limitare il contatto tra le persone”.
La misura fa seguito ai nostri ripetuti inviti ai soci e alle autorità politiche e sanitarie di valutare con attenzione se le strutture della ristorazione, potessero permettere l’osservanza delle regole anti-virus. E ai soci avevamo chiesto anche di considerare bene la loro situazione economico-finanziaria, per decidere se chiudere o restare aperti. Il settore ha come sempre risposto presente, indirizzandosi verso le soluzioni che hanno come bene supremo, la salute dei cittadini e delle persone più a rischio (i nostri anziani e i malati), pur consapevoli di quanto duro sarà il futuro. 
Sul sito di GastroTicino tutti i servizi della Federazione hanno pubblicato informazioni preziose sulle misure adottate dalle autorità federali, cantonali e comunali, ma anche i formulari per richiedere gli aiuti o i consigli giuridici e professionali per la categoria. Già dalle prossime ore la documentazione sarà implementata e riordinata per facilitarne la consultazione, e saranno adottate ulteriori misure per aiutare i soci anche in questo tristissimo momento. “GastroTicino – aggiunge il presidente – condivide il richiamo alla responsabilità individuale, ma anche il ringraziamento ai soci per la loro vicinanza e in particolare a tutto il personale medico-sanitario e delle istituzioni, per la loro instancabile opera a favore della comunità”.

CARI TICINESI NON DIMENTICATEVI DI NOI!
“Questa situazione surreale ma assolutamente condivisibile - conclude il presidente - mette in seria difficoltà molti di noi, che rischiano di veder spegnersi il sogno di una vita, togliersi l’unica certezza economica e fonte di guadagno! Andremo avanti, torneremo più forti di prima con il sostegno di tutti i nostri clienti ticinesi. Tutto questo si tramuterà in un brutto ricordo, ma con l’assoluta consapevolezza che le fondamenta e le colonne su cui si basano le nostre certezze sono estremamente fragili, basta poco per mettere in ginocchio un settore di persone virtuose che si impegnano allo spasimo. Cari Ticinesi, non dimenticatevi di noi appena tutto sarà finito! Abbiamo ancora tanto da dare!”.

  
COVID-19 - Così ci proteggiamo
COVID-19 - Lavoro ridotto e misure economiche
COVID-19 - DOC da scaricare
COVID-19 - GastroDiritto info giuridiche ai soci
COVID-19 - Eventi, manifestazioni, sport
COVID-19 - Aziende, frontalieri, lavoro, commerci
COVID-19 - Decisioni CS - risto commerci scuole
COVID-19 - Decisioni Confederazione
COVID-19 - Risoluzioni, lettere soci - autorità
COVID-19 - Comunicazioni di GastroSuisse
COVID-19 - Gruppo operativo turismo
COVID-19 - News - Progetti - Campagne promozionali
COVID-19 - Eventi e rassegne annullati - rinviati
COVID-19 - Campagne turistiche
COVID-19 - Partiti, associaz, enti: richieste
COVID-19 - Piano di protezione ristorazione
COVID-19 - Hot line e numeri utili
COVID-19 - Ticino che...BUONO
Assemblea straordinaria
Importazioni "fai da te"
Come friggere i cibi
Posti vacanti 2020
Finti malesseri al ristorante
Too Good To Go
Mangiami APP
Salari minimi
Lavoro nero
Nuovo Marchio Ticino
Nuovi presidenti Sezioni
Assemblea cantonale
Acqua Ticino a Tavola per i soci
Truffe
Prezzi Equi
Contratti collettivi nazionali
Concorso per i migliori maestri di tirocinio
Crostacei
IVA: modifiche 2018
Bancadati
Legge prostituzione
SSSAT
Videosorveglianza
 
 
 
 
GastroTicino
via Gemmo 11
6900 Lugano
T 0041 91 961 83 11
F 0041 91 961 83 25
info@gastroticino.ch
Lu | Ma | Gi | Ve:
8.00-12.00 e 13.00-16.00
Mercoledì:
8.00-12.00
Chiuso i festivi
GastroTicino 2014
Legal Disclaimer - Credits