La BNS abolisce la soglia minima!

GastroTicino prende atto con viva preoccupazione della notiìzia odierna relativa alla decisione della BNS di togliere il tasso minimo di cambio Franco-Euro. Ciò significa una marcata perdita di attrattività per tutto il settore della ristorazione e albergheria già fortemente colpito dalle avverse condizioni meteo del 2014 e da una crisi economica sempre più aggressiva.

Il presidente cantonale Massimo Suter esprime tutta la sua preoccupazione tramite la sua pagina Facebook, nella quale rivela come anche il mondo economico metta in ginocchio un intero Cantone e l'universo imprenditoriale che ruota attorno al turismo.

La preoccupazione del presidente è la perdita di attrattività senza che si possano adottare contromisure efficaci. Ancora più Ticinesi saranno invogliati a fare la spesa  o a scegliere i ristoranti italiani grazie al cambio ancora più interessante, togliendo così ulteriore ossigeno alla distribuzione indigena con l’innevitabile risultato che vi sarà un aumento esponenziale dei disoccupati. E paradossalmente vi sarà un aumento di frontalieri invogliati comunque a lavorare in Svizzera anche se le condizioni di lavoro in certi settori sfioreranno lo schiavismo moderno.

  
Posti vacanti
Videosorveglianza
Bancadati
SSSAT
Acqua Ticino a Tavola per i soci
Réservé
Crostacei
IVA: modifiche 2018
Concorso per i migliori maestri di tirocinio
Salari minimi
Nuovo Marchio Ticino
Castagnamo
A scuola di energia!
Elezioni 2019
 
 
 
 
GastroTicino
via Gemmo 11
6900 Lugano
T 0041 91 961 83 11
F 0041 91 961 83 25
info@gastroticino.ch
lunedì-venerdì
08.00-12.00 / 13.00-15.00
GastroTicino 2014
Legal Disclaimer - Credits