Sigarette: le norme sui distributori automatici



Il 24 aprile 2013, il Consiglio di Stato ha approvato il Regolamento concernente la protezione contro il fumo, la cui data di entrata in vigore è stata stabilita per il 1 settembre 2013; e meglio come a BU 27/2013 del 30 aprile u.s., compiegato alla presente circolare informativa. Quest'ultimo, fra l'altro, quale misura a tutela della salute dei giovani, sancisce il divieto della vendita di tabacco e dei suoi derivati a giovani minori di 18 anni (art. 5 cpv 1 del menzionato Regolamento). La portata di tale divieto riguarda anche il settore della ristorazione, nella misura in cui il gerente di un ritrovo pubblico offra alla propria clientela la possibilità di acquistare prodotti del tabacco. In quest'ambito la normativa in parola impone al gerente l'obbligo di istruire il personale circa l'esistenza del riferito divieto e di vigilarne il rispetto, come pure di esporre in modo visibile un avviso riguardante quest'ultimo (art. 7 cpv.1 e 2 del Regolamento).

Abitualmente negli esercizi pubblici, l'erogazione di tali prodotti avviene tramite l'installazione di appositi distributori automatici. Questi dovranno essere dotati di accorgimenti tecnici che possano impedire ai minori di rifornirsi direttamente dei prodotti in offerta. Di tali accorgimenti, quelli maggiormente in uso consistono nell'adozione di un sistema di gettoni che il consumatore può procurarsi rivolgendosi al gerente od al personale di servizio, oppure nella dotazione degli apparecchi di lettori ottici di documenti d'identità. A tale riguardo sono due, sostanzialmente, le prescrizioni che pone il Regolamento. Per quanto riguarda la posa di nuovi distributori automatici, la normativa in parola richiede che questi impianti debbano già essere muniti di accorgimenti tecnici atti ad impedire la fruizione di tabacco da parte di minori; per quanto attiene a quelli già installati invece, il Regolamento concede al gerente un periodo sino al 10 giugno 2014 per dotare il distributore automatico di un sistema di sicurezza conveniente (art. 10 ). Per provvedere a ciò, al responsabile dell'esercizio pubblico si suggerisce di prendere direttamente contatto con il fornitore dell'impianto automatico, per la messa in funzione di un sistema di sicurezza rispettoso del divieto in parola. La trasgressione al divieto di vendita di tabacco ai minori è passibile di multa (art. 8 Regolamento).

> scarica il regolamento cantonale

  
Salari minimi 2018
Nuovi siti: presenza gratuita!
SosTIeni l'economia ticinese
Sigarette: norme sui distributori automatici
I mille furbi che spremono gli esercenti
Attenzione alle pubblicità!
NON aderite a progetti privati sui prodotti locali
Swica
GastroSocial
Choc - Esercenti coinvolti!
Evento della CORSI con Andrea Illy: invito ai soci
Best of Swiss Gastro
 
 
 
 
GastroTicino
via Gemmo 11
6900 Lugano
T 0041 91 961 83 11
F 0041 91 961 83 25
info@gastroticino.ch
lunedì-venerdì
08.00-12.00 / 13.00-15.00
GastroTicino 2014
Legal Disclaimer - Credits